I Cani (Niccolò Contessa)

« Vediamo ogni giorno troppe band, troppi nomi, troppi servizi fotografici, troppe facce. Credo che il pubblico sia desensibilizzato all’immagine di band e alla rappresentazione classica di band, quindi conviene puntare su altro, ad esempio foto di cagnolini. » facce. Credo che il pubblico sia desensibilizzato all’immagine di band e alla rappresentazione classica di band, quindi conviene puntare su altro, ad esempio foto di cagnolini. »

(Niccolò Contessa, 29 giugno 2011, L’Unità)

I Cani sono il progetto musicale del cantautore romano Niccolò Contessa, con tre album all’attivo.

foto-concerto-i-cani-roma-4-dicembre-2013_panucci_-11

Contessa ha dichiarato a Il Mucchio Selvaggio di aver avuto dapprima l’intenzione di fare un tipo di musica più rivolto al noise elettronico di Tom Waits e soprattutto dei Times New Viking, ma che successivamente non si rivelò adatto all’approccio cantautorale dei testi, a cui si adeguano piuttosto le melodie orecchiabili tipicamente pop.

sirenfest_icani_siren
Successivamente dichiara di voler fare semplicemente «punk col computer» provando a «far suonare i synth come chitarre» creando «una struttura da canzone rock con i suoni elettronici» e di ritrovare nella propria musica i The Cure, i New Order e in generale la new wave ma anche i Sebadoh, i Pavement, i Wavves, i Times New Viking, Alberto Camerini, Franco Battiato e i Diaframma.
Ha inoltre ammesso di aver preso spunto dal linguaggio diretto dei testi hip hop perché tendenti a riferirsi, oltre che a creare, un immaginario culturale specifico e in questo contesto di essersi ispirato soprattutto a TruceKlan.