Teho Teardo: dall’80 fonte di ossigeno per l’industrial italiana

Mauro Teardo, più noto con il nome di TEHO TEARDO, dal sapore internazionale, è un compositore italiano (Pordenone, 19 settembre 1966) che vanta un’invidiabile carriera al fianco di musicisti, registi e teatranti di fama internazionale.

Nurse with Wound, Ramleh e Cop Shoot Cop dalla scena noise rock inglese e americana, i connazionali Rivolta dell’odio e il quotatissimo Paolo Sorrentino ed ultimo, ma non ultimo, il berlinese Blixa Bargeld, leader degli Einstürzende Neubauten (oltre che membro dei Nick Cave and the Bad Seeds), sono solo alcuni tra i nomi che risaltano tra i suoi collaboratori.

Gli arbori del suo genio innovativo risalgono già ai primissimi anni ’80, quando l’ondata della musica post industriale, nata dopo la metà degl’anni ’70 attorno all’Industrial Records*, non risparmia il Bel paese.

È infatti nel 1985 che Teardo pubblica il suo primo tape-album, The Birth Of The Day, che segna la nascita della M.T.T. Records (con cui produrrà anche il suo lavoro successivo, Osculum Infame) che sarà frequentata dai già citati Nurse With Wound, Ramleh e Rivolta dell’odio, oltre che da molti altri esponenti, italiani e non, della scena avanguardistica di quel periodo, come Giancarlo Toniutti, F:A.R., Stefano Biasin, Suicide dada, Andrew Chalk, De Fabriek, Ost Morbi, Dead Relatives.

teardo201143

All’avventura solista segue quella con i Meathead, con cui negl’anni ’90 pubblica una serie di album (a partire da Street Knowledge e Bored Stiff distribuito in tutt’Europa) caratterizzati da un sound industriale ed elettrico accompagnato da testi aggressivi di taglio hip hop. Anche in questa fase non si ferma la collaborazione con artisti sperimentali provenienti da ogni dove tra cui gli Swamp Terrorists, famosi per i loro campionamenti di chitarre taglienti (da cui il genere industrial metal) con cui intraprendono il tour italiano chiamato Circus of Pain.

Anche le seguenti produzioni di Teardo nascono dal lavoro sinergico con altri artisti, da Scott McCloud dei Girls Against Boys e Mick Harris di Scorn e Napalm Death a Martina Bertoni e, ancora, Jim Coleman dei Cop Shoot Cop, con cui darà vita ai progetti Operator, Matera, Modern Institute e Here.

Nel 2000 Teho Teardo approda al cinema, componendo niente meno che le colonne sonore di tre film italiani: L’amico di famiglia (Paolo Sorrentino), La ragazza del lago (Andrea Molaioli) e Diaz – Don’t Clean Up This Blood (Daniele Vicari), con cui si guadagna la candidatura al David di Donatello e, nel primo caso, al Nastro d’Argento, a cui sarà candidato anche per le musiche di Lavorare con lentezza (Guido Chiesa).

È tornando a lavorare con Paolo Sorrentino, che Teardo conquista ben due premi, uno al David di Donatello e l’altro al Bari International Film Festival (Premio Ennio Morricone) come compositore delle memorabili musiche de Il Divo.

Teho Teardo non dimentica certamente il teatro, dove il talentuosissimo Elio Germano lo invita a musicare la sua interpretazione del capolavoro di Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, accanto alla violoncellista Martina Bertoni.

Elio-Germano-e-Teho-Teardo-Viaggio-al-termine-della-notte-©Tiziana-Cera-Rosco

Oggi, lo sperimentale e poliedrico excursus di questo artista non può che proseguire accanto ad un altro grande pionere della musica industrial, Blixa Bargeld, con cui dal 2013 partorisce due LP, Still Smiling e Nerissimo, e l’EP Spring, sulle cui note sognanti ci salutiamo.

* da cui l’appellativo industrial attribuito al genere musicale sviluppatosi in quegl’anni, che racchiude in sè infiniti sottogeneri, tra cui musica elettroacustica, musica concreta, experimental rock, krautrock, noise music.

Eleonora De Vecchis