Torchio e Pennello: il rifugio dell’arte

Qualunque cosa vi aspettiate da un fine settimana fuori porta, è difficile che una lezione di mosaico rientri nelle vostre previsioni. Eppure è quanto è successo nel bel mezzo di una passeggiata nella suggestiva cittadina di Albenga.

L’insegnante d’eccezione che ci ha illuminato sulle arti antiche del mosaico e dell’incisione (praticabile anche con una semplice macchina per la pasta!) è Rita, fondatrice, insieme all’artista e marito Giuseppe Ferrando, dell’associazione culturale Torchio e pennello, con sede ad Albenga (Savona).

mosaico
Mosaico in lavorazione
incisione
Stampa incisa

La storia e le attività dell’associazione culturale Torchio e Pennello

L’associazione è in vita dal 2007. Da dieci anni, Rita, Giuseppe e gli artisti professionisti che hanno collaborato con la scuola mantengono vive arti ormai in estinzione, e non solo quelle. Nelle accoglienti aule dell’associazione si praticano anche arti ancora decisamente attuali, dalla pittura alla musica, fino al teatro.

Gli studenti dei corsi sono delle età e delle estrazioni più disparate. Dall’artista straniero in cerca di nuovi stimoli, al giovane compaesano in cerca d’ispirazione o di una valvola di sfogo.

Non sono rare, inoltre, le iniziative gratuite organizzate per i ragazzi delle scuole limitrofe. I fondatori della scuola d’arte ed in particolare la figlia Manuela Ferrando (titolare dell’associazione, pittrice ed insegnante di disegno e pittura) credono infatti nel potere dell’arte e nel grande apporto costruttivo che le materie artistiche possono dare alla crescita di tutti i giovani. Grazie all’impegno che mettono nella pittura. nella musica, o nelle attività per loro più “nuove” come il mosaico, i ragazzi arrivano a conoscersi, e a farsi conoscere, sempre di più e sempre meglio. Non ci sono parole migliori di quelle di Picasso, uno degli artisti più amati e studiati nella scuola di Albenga, per tradurre l’idea e la motivazione dei suoi fondatori:

A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino.

L’origine di Torchio e Pennello: l’arte di Giuseppe Ferrando

Giuseppe Ferrando (Loano, 1942) è un pittore di fama internazionale. I soggetti delle sue tele sono di varia natura, con una particolare predilezione per le maschere che conferiscono ai quadri di cui sono protagoniste un aurea a dir poco magica. I suoi dipinti, anche quelli che ritraggono le situazioni più quotidiane, sembrano rivelare l’essenza mistica che si nasconde nella realtà e negli oggetti che la animano, secondo quello che potrebbe definirsi un “realismo onirico“. Non mancano, inoltre, i rimandi alla società contemporanea: ricorrenti sono le rappresentazioni della contrapposizione tra l’antica e l’odierna concezione di “bello ideale”.

pierrot
La luna ed il Pierrot
nevicataveneziana
Nevicata veneziana
nascitadivenere
La nascita di Venere
danzadellavita
La danza della vita
orsacchiotto
L’orsacchiotto
damaconcesto
Dama con cesto
lamelarossa
La mela rossa
comeesulipensieri
Com’esuli pensieri

Per ulteriori informazioni:  
Sito dell’associazione: http://torchioepennello.weebly.com/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/torchio.pennello/
E-mail: torchioepennello@gmail.com
Sito dell’artista: http://www.giuseppeferrando.com/

di Eleonora De Vecchis